Centro scompenso cardiaco

Centro scompenso cardiaco

Responsabile: Dr. Lorenzi Aurelio

 

Sede

Cesano Boscone (Mi)

P.zza Mons. Luigi Moneta, 1

 

Contatti: 

amb.cardio@ambrosianacdc.it 

 

Staff:

Dr.ssa Masciadri 

I.P. Russo 

 

Da oltre 15 anni è attivo, presso la Casa di Cura Ambrosiana, un rinomato Centro di Cardiologia Riabilitativa (CCR).

La riabilitazione cardiologica è rivolta a pazienti cardiopatici, che hanno recentemente subito un evento cardiaco acuto (infarto miocardico, angina instabile, scompenso cardio-circolatorio, angioplastica coronarica, intervento cardiochirurgico).
Infatti, dopo i primi giorni di terapia intensiva, è spesso necessario un ulteriore periodo in ambiente protetto, finalizzato al recupero della salute, al reinserimento nella normale vita lavorativa e sociale-relazionale, al miglioramento dello stile di vita e alla correzione delle abitudini scorrette, o dannose, che possono causare progressione della cardiopatia.
Presso il nostro Centro è possibile attuare un programma riabilitativo personalizzato, secondo queste 3 formule:

  1. Degenziale: riservata a pazienti più compromessi, e/o ad elevato rischio, o a pazienti che per motivi logistici non possono afferire al Centro ambulatorialmente.

  2. Mista: riservata a pazienti moderatamente compromessi e/o a rischio moderato che, dopo una prima settimana di stabilizzazione clinica in degenza, possono proseguire ambulatorialmente.

  3. Ambulatoriale: riservata a pazienti non complicati, in buone condizioni e a basso rischio.

 

Per ognuna di queste forme sono previsti 3 livelli di intervento:

  1. intervento medico (visite, esami strumentali cardiologici) per valutare la situazione cardiaca dopo l’evento acuto e per ottimizzare la terapia farmacologica.

  2. intervento riabilitativo che consiste nello svolgimento di attività fisica, in parte standardizzata, in parte personalizzata, seguita da una fisioterapista e con monitoraggio dell’elettrocardiogramma.

  3. intervento educazionale, attraverso incontri con il medico e con lo psicologo, per informare il paziente sulla sua malattia, sulle cause, sulle possibilità terapeutiche, sul rischio legato a certe abitudini dannose quali la scorreta alimentazione, la sedentarietà e il fumo, sulla possibilità di gestione dell’ansia e dello stress spesso legati alla cardiopatia.

La durata media del periodo riabilitativo è di 3 settimane (tale periodo può subire però ampie variazioni, in relazione alle condizioni cliniche dei pazienti e alla loro evoluzione).
Durante il periodo di osservazione in regime di degenza, il paziente viene sottoposto, la mattina, a visita medica e, successivamente, svolge attività fisica monitorizzata in palestra, con esercizi a corpo libero e alla cyclette/tappeto rotante; nel pomeriggio sono invece previste sedute di ginnastica respiratoria o di educazione sanitaria o incontri con la psicologa. Per tutti i pazienti vengono effettuati un esame ecocardiografico, con color-doppler e un ECG dinamico secondo Holter, una prova da sforzo al
la cicloergometrica conclusiva, solo per coloro in grado di tollerare il test. Se le condizioni cliniche lo consentono, è infine previsto un permesso per i giorni festivi, consigliabile per un graduale reinserimento, dopo un periodo di ospedalizzazione.


LA PALESTRA
La palestra di riabilitazione cardiologica è attrezzata con tappeti per esercizi a terra, pesi per esercizi a corpo libero, 6 cyclette e 1 tappeto rotante.

Tutti i pazienti trattati (6 per seduta) sono monitorizzati con telemetria dalle fisioterapiste.
Un medico del reparto è sempre presente in palestra, o negli studi adiacenti, durante i trattamenti.


LE ATTIVITA’
Oltre l’attività clinica di reparto vengono svolte le seguenti attività:

  • attività fisica in palestra (quotidiana);

  • ginnastica respiratoria di gruppo o individuale (quotidiana);

  • mobilizzazione al letto, in camera o in reparto (per i pazienti più compromessi) (quotidiana);

  • incontro con la psicologa di gruppo o individuale (settimanale);

  • incontro di gruppo di educazione sanitaria con il medico di reparto (settimanale).

 

 

 

Casa di Cura Ambrosiana S.p.A. E' vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuti e grafica.
Società sottoposta alla direzione e al coordinamento della Fondazione Istituto Sacra Famiglia - Onlus.
Cap. Soc. euro 1.000.000 - R.E.A. MI 730303 - Registro Imprese di Milano - Cod. Fisc./Part. IVA 03463750152